windows 8 su vhd

Installare Windows 8 su file VHD

Bene bene, immaginiamo che sia una giornata piovosa, non vi va di uscire e vi sia venuta all’orecchio la notizia che un nuovo sistema operativo Microsoft sia uscito da poco. Mettiamo anche che il tasso di umidità vi colpisce il cervello in maniera più forte del solito e decidete di provare il nuovo scintillante Windows 8 (magari è solo da poco che avete capito come funziona bene il 7, però questi sono dettagli).

Windows 8 ovviamente è installabile nei tradizionali metodi, ovvero tramite boot da DVD, USB, Rete, VirtualBox (di cui abbiamo già parlato in un’altro articolo), utilizzando l’aggiornamento del vostro sistema operativo, oppure da zero dopo format oppure ancora tramite installazione su una partizione.

Oggi però faremo luce su una installazione particolare, ovvero una installazione che prevede l’utilizzo di un file VHD. Anticipiamo che questo tipo di installazione è riservata ai soli possessori di Windows 7 (anche Vista ma se ci tenete alla salute vi consiglio di lasciar perdere). Prima di far tutto è bene spiegare cos’è un file VHD:

VHD è l’acronimo di Virtual Hard Disk e rappresenta niente altro che un Hard Disk virtuale con tutte le peculiarità di un hard disk normale (partizioni, cartelle, ecc.). Un contenitore nel quale inserire tutti i dati che vorrete e che viene realizzato destinando un tot di spazio di un vostro Hard Disk fisico.

Passiamo all’azione!

Come prima cosa procuratevi una copia del sistema operativo Windows 8 (anche una versione trial di prova o una versione preview rilasciata in precedenza) e scegliete come installarlo, se via DVD o tramite USB. Nel primo caso masterizzate la ISO con un programma apposito di masterizzazione come ad esempio il gratuito CDBurnerXP , mentre se volete un avvio tramite USB dovete formattare la vostra pennina USB, consiglio almeno da 8GB di capienza. Non sapete come formattare? Allora è il caso di fare retromarcia e tornare qualche isolato indietro, fate qualche ricerca con l’amico Google e imparate a formattare.

Preparare la USB per renderla bootable.

Per preparare una pennina USB, scaricare dalla rete il software Windows 8 USB Installer Maker ed avviarlo con privilegi di amministratore (tasto destro Esegui come amministratore). Vi apparirà una schermata del genere:

Selezionare il drive con la lettera assegnata alla pennina USB che vogliamo utilizzare e scegliere la destinazione dell’immagine ISO del nostro Windows 8. Spuntare la voce Format Drive se vogliamo che il programma formatti automaticamente il nostro drive nel caso non lo abbiate già fatto in precedenza, infine cliccare su Create per far partire il software.

Tutta l’operazione richiederà diverso tempo, quindi non allarmatevi se il programma sembra essersi bloccato. Controllate il led della vostra USB per vedere se sta effettivamente lavorando. Alla fine del processo vi verrà fatto un riepilogo con tutte le operazioni svolte e con l’esito delle stesse.

Appena il tutto sarà terminato il vostro Windows 8 sarà sulla pennina e potrete installarlo selezionando l’apposita voce dal menù di boot del vostro BIOS.

Creare il file VHD

Fatto questo dovremo andare a creare il nostro file VHD. Per farlo cliccate con il tasto desto su Risorse del Computer (o l’iconcina del pc sul vostro desktop) e selezionate GESTIONE successivamente selezionare GESTIONE DISCO.

Sulla destra troverete la situazione dischi sul vostro PC. Verranno visualizzati HDD presenti, penne USB collegate, eventuali partizioni ecc. Nel mio caso ci sono due Hard Disk non partizionati.  Cliccate con il tasto destro su gestione disco e selezionate “Crea File VHD” e vi verrà fuori una schermata come questa:

Scegliere un percorso da dare al file e dargli un nome. Io ne ho assegnato uno semplice come win8.vhd in quanto poi semplificherà la vita in alcuni passaggi successivi. Riservare una dimensione sufficiente al disco, dai 15GB in poi, io consiglio almeno 40GB per stare tranquilli e selezionare la voce “A espansione dinamica”.

Clicchiamo su OK e il nostro disco virtuale verrà creato ed aggiunto alla lista dei dischi.

Installiamo Windows 8!

Fatto questo riavviamo il sistema e scegliamo con che modalità installare (DVD o USB). Diamo ok sulla lingua se il sistema lo fa scegliere e poi ci troveremo difronte alla schermata dove cliccare “Installa”.

Qui dobbiamo fermarci e svolgere un paio di operazioni prima di continuare. Da questa schermata clicchiamo SHIFT+F10 e apriamo il prompt. Accertiamoci che il file win8.vhd sia esattamente dove lo abbiamo salvato eseguendo il comando dir C: (cambiando la lettera a seconda di quella assegnata al vostro HDD). Accertato che il file è presente nel disco o nella partizione che vogliamo, passiamo a collegare il nostro file.

Scriviamo diskpart e diamo invio.

Appena terminato il prompt toglierà la lettera X: e comparirà la parola DISKPART.

Digitiamo e diamo invio :

select vdisk file=d:win8.vhd

Ovviamente alla lettera “d” andrete a sostituire quella del vostro HDD dove è presente il file.  Se tutta l’operazione è andata a buon fine verrà fuori un testo come questo:

DiskPart successfully selected the virtual disk file.

Andiamo ora a digitare il comando attach vdisk e verifichiamo che l’operazione vada a buon fine:

DISKPART> attach vdisk

100 percent completed DiskPart successfully attached the virtual disk file.

A questo punto possiamo installare il sistema. Clicchiamo su “Installa” e poi alla schermata della scelta della modalità selezioniamo una Installazione Personalizzata. Andiamo a selezionare il nostro file virtuale che è quello che ha come dimensione quella da noi scelta al momento della creazione. Un’altro dato che conferma il disco sul quale installare è la corrispondenza tra spazio libero e spazio disponibile (ovviamente il VHD è vuoto!).

Selezioniamo il sistema!

Appena terminata l’installazione verranno fatti una serie di riavvii. Ora il boot manager di windows verrà modificato e quando avvierete il pc vi verrà fuori una schermata come quella in basso che vi farà scegliere ogni volta con quale sistema partire.